Logo Primaria

HomeNewsScuolaProposta di revisione dei consigli di classe

Proposta di revisione dei consigli di classe

I consigli di classe/Interclasse sono un momento fondamentale di quella collaborazione educativa genitori –insegnanti prevista da tutte le leggi anche in Europa.

 

Se finora ciò è avvenuto solo in parte le cause sono diverse ; oltre alla purtroppo non ancora acquisita coscienza da parte di molti della fondamentale importanza per una scuola di qualità della collaborazione scuola-famiglia, vi sono anche motivazioni pratiche, quali: la complessità delle regole, gli orari, l’impegno non indifferente per i docenti ( almeno alcuni) in termini di tempo. La loro importanza fondamentale per affrontare le problematiche educative all’interno della classe non consente la loro emarginazione ad organi “eventuali”, lasciati alla libera scelta della scuola.

La versione definitiva ( 28/03/2012) della proposta di riforma degli Organi collegiali, pur lasciando alle scuole autonome di fissare le modalità, ha recepito la necessità, avanzata anche dall’AGe, che i consigli di classe siano previsti.

Vanno però a questo punto ridisegnati e semplificati; non devono essere una occasione per gli insegnanti di spiegare la loro materia, non devono essere ( come spesso capita ora) un rapporto fra insegnanti “in cattedra” e genitori che ascoltano, ma un colloquio “fra pari ” tra una rappresentanza paritaria dei docenti e dei genitori per affrontare insieme le problematiche educative della classe, in buona sostanza per realizzare appieno quanto prevede la legge istitutiva degli Organo Collegiali : formulare al Collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative di sperimentazione e con quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci fra docenti, genitori ed alunni”.

 

Proponiamo pertanto la seguente riorganizzazione degli Organi Collegiali di base, che noi genitori ci dovremo impegnare a mettere in atto nelle nostre scuole autonome:

 

  1. Assemblea di classe ( o di interclasse per classi parallele se la scuola non è troppo grande) da tenersi entro il mese di settembre, a cui dovrebbero essere presenti tutti gli insegnanti ed i genitori; in questa assemblea gli insegnanti si presentano e presentano il loro programma dell’anno.
  2. Elezione di 2 rappresentanti dei genitori per ogni classe, di qualsiasi grado ( infanzia, primaria, secondaria di 1° e 2° grado), da tenersi entro il 15 ottobre con modalità semplificate: ad esempio invio dalla scuola di un modulo di candidatura e successivamente di una scheda di votazione con i nomi dei candidati, da consegnare in busta chiusa alla scuola.
  3. Consigli di classe, almeno due in un anno ( meglio 3), in forma di “tavolo” a cui prendono parte i 2 genitori eletti e due insegnanti designati dagli insegnanti della classe ( il tutor ed un suo collaboratore).
  4. Consiglio di classe finale , aperto a tutti i genitori e insegnanti della classe, dove gli insegnanti tirano le somme dell’anno trascorso.

 

Gli incontri di cui sopra si dovrebbero tenere in orari che consentano la partecipazione dei genitori ( es. dalle 18) e le ore spese dagli insegnanti dovrebbero essere retribuite come straordinario.

Dovrebbero inoltre essere possibili .

  1. Coordinamento dei rappresentanti di classe ( ex Comitato genitori), convocato dal Presidente del Consiglio di indirizzo, si può strutturare in commissioni ed a cui partecipano i genitori del Consiglio di indirizzo; questo organo. anche se facoltativo, dovrebbe essere fortemente raccomandato quale anello di congiunzione fra la partecipazione di base e il Consiglio di Indirizzo ( ex Consiglio di Istituto).
  2. Assemblea di classe dei genitori , su richiesta dei rappresentanti di classe per consentire ai rappresentanti di verificare con tutti i genitori i problemi da affrontare nel Consiglio di classe.
  3. Assemblea dei genitori di Istituto, su richiesta del Consiglio di Indirizzo o del suo Presidente o del Dirigente, per spiegare e discutere problemi generali dell’Istituto.

 

Marco D’Adda

 

 

aprile 2012

 

Assistenza Tecnica

help deskPuoi ricevere gratuitamente un aiuto se hai problemi con il PC e il software che usi. Possiamo guidarti passo-passo sul tuo schermo mentre osservi.

Per fissare un appuntamento telefona o manda una mail ad  agelombardia<at>age.it sostituendo <at> con @

Twitter

Vai all'inizio della pagina