Logo Primaria

Maroni e Aprea- una riconferma dalla quale ci aspettiamo molto

COMUNICATO STAMPA

Una riconferma dalla quale ci aspettiamo molto

 

Le Associazioni delle famiglie e delle scuole paritarie operanti in Lombardia esprimono a Valentina Aprea, assessore all’Istruzione, Formazione e Cultura, nonché all'Occupazione e politiche del lavoro, al neoeletto Presidente Roberto Maroni e a tutta la Giunta Regionale un sentito augurio di buon lavoro

 

E’ ancora viva la positiva percezione di una forte attenzione e disponibilità riscontrata in occasione dell’incontro con l’assessore Aprea in vista delle elezioni del 24‐25 febbraio, particolarmente sui temi della sussidiarietà, della centralità della persona e della libertà di scelta educativa dei genitori

Si auspica, pertanto, che i punti programmatici esposti in tale incontro e in occasione della risposta al “Manifesto per la scuola lombarda” trovino sempre più, nel territorio lombardo, un ambito di piena valorizzazione e realizzazione a favore delle famiglie, degli studenti e di tutta la società civile

Fra le tante intenzioni espresse in tali circostanze, le scriventi associazioni si augurano in particolare che trovino concreta esecuzione: ‐ la promozione e diffusione di una cultura della parità scolastica e della libertà di scelta della famiglia, in un pluralismo educativo che ponga il SSNI al servizio di “una scuola della società civile” in un reale contesto Europeo; ‐ una reale collaborazione fra i vari assessorati interessati al tema dell’educazione/istruzione anche attraverso la costituzione di un tavolo permanente fra l’assessorato regionale e le associazioni scolastiche che favorisca inoltre l’attuazione degli impegni relativi ad una più compiuta pianificazione e organizzazione; ‐ nell’attesa di un sistema scolastico che finalmente ponga fine ad ogni disparità di trattamento tra scuole paritarie gestite da enti pubblici e scuole paritarie gestite da privati, venga mantenuta e potenziata la Dote Scuola per il diritto allo studio di ciascun individuo, attraverso il sostegno alle famiglie nelle spese della frequenza scolastica, il premio del merito e dell’eccellenza e l’aiuto agli studenti disabili che frequentano le scuole paritarie; − il riadeguamento dei contributi finanziari per sostenere la gestione delle scuole dell’infanzia non statali e per garantire la libertà di educazione e la parità di trattamento dei bambini frequentanti le diverse tipologie delle scuole dell’infanzia, riconoscendone la forte funzione sociale nel territorio lombardo; − contributi finanziari per la realizzazione delle “Sezioni Primavera” che assicurino la qualità e la continuità del servizio nelle strutture educative di scuole dell’infanzia o di asili nido; − la prosecuzione della politica di finanziamento per l’utilizzo delle nuove tecnologie e dell'innovazione didattica avviata con il bando di generazione web

 In questo momento storico di grande incertezza sociale ed economica, la Regione Lombardia ha i mezzi per essere stimolo al Paese per un rilancio di una positiva convivenza civile, sostenendo senza tentennamenti la centralità della famiglia e il suo importante compito educativo, attraverso la scuola tutta – statale e paritaria

Le scriventi associazioni, nel riconfermare il loro augurio di buon lavoro, auspicano di poter fattivamente collaborare con l’assessore Aprea per il raggiungimento degli obiettivi sopra indicati

Milano, 23 marzo 2013 I rappresentanti delle associazioni:

Pres. FIDAE Lombardia Suor Anna Monia Alfieri

Pres. AGESC Lombardia Giampiera Castiglioni

Pres. FOE – CDO Lombardia Gian Mario Bandera

Pres. FISM Lombardia Casimiro Corna

Pres. CONFAP Lombardia Padre Francesco Ferrari

Pres. AGE Lombardia Paolo Ferrentino

Pres. COMITATO POLITICO SCOLASTICO Roberto Pasolini

 

 

Assistenza Tecnica

help deskPuoi ricevere gratuitamente un aiuto se hai problemi con il PC e il software che usi. Possiamo guidarti passo-passo sul tuo schermo mentre osservi.

Per fissare un appuntamento telefona o manda una mail ad  agelombardia<at>age.it sostituendo <at> con @

Twitter

Vai all'inizio della pagina