Logo Primaria

Volontariato a scuola

Autore AGE

Finalità

Il Libro Bianco della Commissione Europea, nell’ambito di una nuova forma di governance, individua nel volontariato uno degli ambiti prioritari di intervento, intende sempre più rivolgere il suo impegno agli interessi e alle aspirazioni degli studenti, delle loro famiglie e degli insegnanti.
Il modello che si intende proporre è  una nuova scuola della comunità più radicata nel sociale  e orientata verso una cultura educativa, dove possa consolidarsi il senso di civismo e di solidarietà e dove i principi della convivenza civile possano tradursi in pratiche sociali ed offrire risposte valide contro i pericoli dell’isolamento, dell’emarginazione e delle devianze che emergono dal frastagliato universo giovanile
Occorre perseguire un nuovo senso di “ Fare scuola” attraverso l’estensione dei valori sociali  di cui la cultura della solidarietà è portatrice. Sollecitare la partecipazione degli allievi consente di imparare l’esercizio della cittadinanza attiva
Far acquisire la consapevolezza delle istanze della società  consente ai ragazzi  di  individuare quelle azioni di aiuto in grado di sollecitare in loro il desiderio di una partecipazione  motivata  e orientata verso un positivo cambiamento.   
Vivere così un’esperienza concreta che sappia cogliere il valore di una relazione di aiuto potrà consentire di realizzare una reale esperienza di partecipazione alla vita civile.

Metodologia

Richiamare l’attenzione sul valore espresso dalle attività di  volontariato scolastico,  attraverso le quali  contribuire a rinsaldare i vincoli sociali di solidarietà
accrescere consapevolezza e responsabilità di ciascuno
collaborare con altre istituzioni e con le associazioni territoriali
coinvolgere insegnanti e genitori disponibili 


Attività

realizzare esperienze significative capaci di rappresentarsi come contributo ad un positivo cambiamento di una realtà sociale 
sviluppare spirito  di condivisione, impegno e concreta motivazione in tutte le componenti scolastiche (sarà importante considerare la partecipazione delle famiglie, affinché  il valore educativo espresso dall’esperienza progettata possa coniugarsi con  il patrimonio culturale ed affettivo che scaturisce  dalla famiglia stessa)
sostenere efficacemente la motivazione all’apprendimento, alla maturazione dell’autonomia personale (sviluppo delle capacità socioemotive, relazionali, organizzative)

Valutazione

Monitoraggio in itinere – nel corso di tutte le fasi del programma
valutazione d’impatto e orientamento progettuale  per il futuro

Per saperne di più

A.Ge. Rezzato – 030 2591380 , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Assistenza Tecnica

help deskPuoi ricevere gratuitamente un aiuto se hai problemi con il PC e il software che usi. Possiamo guidarti passo-passo sul tuo schermo mentre osservi.

Per fissare un appuntamento telefona o manda una mail ad  agelombardia<at>age.it sostituendo <at> con @

Twitter

Vai all'inizio della pagina