Logo Primaria

Cosa sono le Life Skill

Del Prof. Enzo Pellizzari - Dirigente Scolastico IC Valdagno 2

Cosa sono le Life Skills

Il termine di Life Skills viene generalmente riferito ad una gamma di abilità cognitive, emotive e relazionali di base, che consentono alle persone di operare con competenza sia sul piano individuale che su quello sociale.  In altre parole, sono abilità e capacità che ci permettono di acquisire un comportamento versatile e positivo, grazie al quale possiamo affrontare efficacemente le richieste e le sfide della vita quotidiana.

"... Le Life Skills sono le competenze che portano a comportamenti positivi e di adattamento che rendono l’individuo capace (enable) di far fronte efficacemente alle richieste e alle sfide della vita di tutti i giorni.

 Descritte in questo modo, le competenze che possono rientrare tra le Life Skills sono innumerevoli e la natura e la definizione delle Life Skills si possono differenziare in base alla cultura e al contesto. In ogni caso, analizzando il campo di studio delle Life Skills emerge l’esistenza di un nucleo fondamentale di abilità che sono alla base delle iniziative di promozione della salute e benessere di bambini e adolescenti." *

Il nucleo fondamentale delle Life Skills identificato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) è costituito da 10 competenze:

 

Consapevolezza   di sé

Senso   critico

Gestione   delle emozioni

Prendere buone decisioni

Gestione   dello stress

Risolvere   problemi

Empatia

Comunicazione   efficace

Creatività

Relazioni   efficaci

 

Tali competenze possono essere raggruppate secondo 3 aree:  

  • EMOTIVE- consapevolezza di sè, gestione delle      emozioni, gestione dello stress
  • COGNITIVE - risolvere i      problemi, prendere decisioni, senso critico, creatività
  • SOCIALI - empatia,      comunicazione efficace, relazioni efficaci

 
"...  Le Life Skills, così come noi le intendiamo, possono essere insegnate ai giovani come abilità che si acquisiscono attraverso l’apprendimento e l’allenamento.

... 

Inevitabilmente, i fattori culturali e sociali determineranno l’esatta natura delle Life Skills. Per esempio, in alcune società, il contatto visivo potrà essere incoraggiato nei ragazzi per una comunicazione efficace, ma non per le ragazze.

Le Life Skills rendono la persona capace di trasformare le conoscenze, gli atteggiamenti ed i valori in reali capacità, cioè sapere cosa fare e come farlo.

Acquisire e applicare in modo efficace le Life Skills può influenzare il modo in cui ci sentiamo rispetto a noi stessi e agli altri ed il modo in cui noi siamo percepiti dagli altri.

Le Life Skills contribuiscono alla nostra percezione di autoefficacia, autostima e fiducia in noi stessi.

Le Life Skills, quindi, giocano un ruolo importante nella promozione del benessere mentale. La promozione del benessere mentale incrementa la nostra motivazione a prenderci cura di noi stessi e degli altri, alla prevenzione del disagio mentale e dei problemi comportamentali e di salute." *

 

Comunicazione efficace

 

Ci sono genitori che giustificano i comportamenti problematici dei figli considerandoli fattori costituzionali («È fatto così», «Ho provato tanto a correggerlo, ma è il suo carattere»), o conseguenza di loro mancanze («Sono un pessimo genitore», «Sono troppo debole per gestire i miei figli») o atteggiamenti malevoli («E una piccola carogna», «Lo fa apposta per farmi disperare», «Mi dà sempre e solo problemi»).

Quando il comportamento del genitore è guidato da convinzioni non realistiche, difficilmente la famiglia riesce ad avviare e mantenere nel tempo un'azione educativa e terapeutica efficace.

Se un genitore si sofferma solo sui punti di debolezza del figlio, potrebbe percepirlo come complessivamente inadeguato, e di conseguenza sentirsi in colpa per non riuscire a «renderlo migliore». Di conseguenza, rischia di fornirgli un eccessivo supporto, e, presupponendo che il bambino non sia in grado di eseguire una serie di operazioni, può impedirgli di sperimentare situazioni nuove e difficili.

Se invece i genitori e gli insegnanti cominciano a ristrutturare il modo di percepire la situazione, si creerà una «nuova aspettativa», secondo la quale ci si aspetta dal bambino comportamenti adeguati

 

LA SCUOLA DEVE, QUINDI, COMUNICARE IN MODO EFFICACE CON LA FAMIGLIA

Come? 

  • Essendo sinceri e chiari
  • Usando un linguaggio adatto alla situazione
  • Rispettando l'altro

Avendo, cioè, un comportamento ASSERTIVO

Il comportamento assertivo si dimostra attraverso la decisione e non rinuncia, è orientato all'azione, consapevole, coerente, leale, corretto, è difendere i propri diritti e riconoscere quelli degli altri.

Una persona assertiva guarda direttamente negli occhi, usa un linguaggio cortese ma fermo, incoraggiante e fiducioso, espone con chiarezza, non interrompe l'interlocutore, dà e accetta consigli.

Così, chi parla prova una sensazione che rinforza la sua autostima e si sente considerato dagli altri.

Chi ascolta si sente, a sua volta, considerato e rispettato, aumenta la sua disponibilità e comunque diminuisce la tensione nella comunicazione.

 

 

Assistenza Tecnica

help deskPuoi ricevere gratuitamente un aiuto se hai problemi con il PC e il software che usi. Possiamo guidarti passo-passo sul tuo schermo mentre osservi.

Per fissare un appuntamento telefona o manda una mail ad  agelombardia<at>age.it sostituendo <at> con @

Twitter

Vai all'inizio della pagina